ABOUT

VI RACCONTO DI ME

Ciao a tutti amici e benvenuti!

Mi chiamo Mariagrazia, classe 1995, nata a Policoro, una bellissima città in provincia di Matera, dove vivo con i miei fantastici genitori e una tartaruga di 4 anni e mezzo che si chiama Luna. Ho un fratello, una sorella e due splendidi nipotini che amo immensamente anche se mi hanno fatto perdere il titolo di “cocca di casa” diventando i protagonisti assoluti delle nostre giornate.

Sono molto determinata e ho un cuore grande. Sono nata ad aprile, sono Ariete e rappresento per definizione la primavera, ma io amo l’estate. Altre qualità che ho in comune con il mio segno sono la spontaneità, l’ottimismo, la sincerità, l’impulsività e l’impazienza, ed è proprio vero perchè non so aspettare. Odio fare la fila all’ufficio postale o ad esempio aspettare che esca il mio bagaglio dal nastro trasportatore in aeroporto.

Per me viaggiare è conoscere nuove culture, nuovi modi di dire, di fare, nuovi cibi. Fare nuove avventure, ma scoprire anche nuovi posti dietro casa.

Il viaggio è sempre stata la mia grande passione. Viaggio nella mia mente da quando ero una bambina. Preparavo lo zaino per me e per le mie Barbie e le mettevo sedute dietro di me facendo finta di essere su un aereo diretto chissà dove. Negli ultimi anni mi sono interessata anche alla fotografia, mi piace tanto fotografare il mare e custodisco gelosamente tutte le foto dei miei viaggi in una scatola rossa.

Le altre cose che mi piacciono: l’odore del caffè, leggere, fare la valigia, la Bella e la Bestia, il mare al tramonto, il Natale, i cornetti alla nutella, gli abbracci dei miei nipoti, Parigi, i frizzuli con la mollica, le serate con gli amici, la pizza, le sorprese, i pastizz (calzone tipico rotondellese ripieno di carne di maiale), il tartufo.

Le cose che non mi piacciono: disfare la valigia, le persone che urlano, gli gnummareddi (involtini di interiora di agnello, tipici della cucina lucana), le prese in giro, le fave, i pettegolezzi, i cavolfiori.

Il mondo è un libro, chi non viaggia ne legge solo una pagina…

Nel mio libro immaginario sogno l’America, in particolare un on the road nella West Coast. Sogno la Thailandia, un safari in Tanzania, l’Australia, il Brasile, Aruba, le Piramidi d’Egitto, i campi fioriti e profumati di lavanda in Provenza. Sogno Cuba, Tokyo, le Seychelles, la città blu di Chefchaouen, le Cascate del Niagara, New York.

Lui è Manuel, compagno di vita e di mille avventure da 10 anni. Paziente e razionale, amante della natura. Ha fatto della sua passione per le macchine un lavoro.

Se hai un sogno perchè aspettare?

Il 2020 ha stravolto la vita di ognuno di noi, amici. Non ci saremmo mai aspettati di restare chiusi in casa per tre mesi. Di non poter vedere i nostri genitori, i nostri fratelli, i nostri nipoti, i nostri fidanzati, i nostri amici. Di non poter andare a lavorare. Di dover piangere, purtroppo, tante, troppe vittime morte a causa del coronavirus.

Abbiamo messo i nostri sogni e i nostri progetti in stand by sperando che la situazione migliori al più presto. Abbiamo fatto scorta di farine e di lievito al supermercato e ci siamo dilettati in cucina come panettieri e pizzaioli. Abbiamo capito l’importanza di un abbraccio e il valore della famiglia.

Durante i giorni di quarantena ho capito che era arrivato il momento di fare una svolta nella mia vita. Ci pensavo da tantissimo tempo, ma non avevo mai avuto il coraggio. Ho capito che non era più il momento di aspettare. Si vive una volta sola e si deve vivere felici, facendo le cose che si amano. Così ho iniziato a studiare e a documentarmi sul mondo del blogging, e ho deciso di iniziare.

“Talvolta è meglio perdersi sulla strada di un viaggio impossibile, che non partire mai”

Nel blog racconterò i miei viaggi attraverso itinerari e informazioni utili e vi farò scoprire curiosità, leggende, piatti tipici e posti che non potete fare a meno di visitare durante un viaggio in Basilicata.

LA LUCANIA È IL PIÙ BEL PAESE D’ITALIA ” (Cesare Malpica)

Mi piace la mia Terra, mi piace chiamarla Lucania, mi piace raccontarla e scoprirla negli angoli più nascosti. Mi piace valorizzarla, ne ha bisogno. Mi piace Matera, in particolare durante il periodo natalizio, quando sembra un presepe.

Non so questa esperienza dove mi porterà, ma so che in qualunque modo io ci metterò sempre il cuore.

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *